Alcor & Mizar (Ursa Major)

nteractive Land Art Installation
Art in the Woods / Holmfirth Arts Festival 2016 – West Yorkshire, UK2016, non-fabric tissue, wood, plastic, old telephone, LEDs, interactive device
about 30 x 11 mt

voice by Colin Pilkington

These 2 stars of the Big Dipper (sometimes called “horse and rider”) forms a naked eye double star that were very important in ancient history. The ability to perceive this separation of these two stars, was considered a test of good vision and was called the “test” to be a member of the Imperial Guard of Emperor Arabic.
I took this story and 2016 according to the theme of the art in the Woods, “the circus” I created a little story on the phone, where Alcor speaks with the visitor who pick up the phone, asking him/her to look it up…

click HERE to see the video of the interactive telephone

Annunci

#MIGRANTES

A volte le cose scorrono di nascosto.

E’ così che la penso, riguardo alla possibilità di realizzare dei lavori artistici sul tema dei migranti.

Mi sono avviato a percorrere questa strada, a decidermi, dopo la tragedia di Lampedusa, la la mia (quasi) prima graphic novel, in acquerello, intitolata “con queste mani” pubblicata sul sito dell’associazione Cantiere Nuovo di cui faccio parte. Sembrava, allora che non si potesse ripetere una strage come quella, ma poi la realtà purtroppo supera sempre la fantasia.Schermata 2015-12-15 alle 11.42.24

In questa fine 2015 ho tre occasioni di riprendere il tema dei migranti.

La prima, con l’utilizzo da parte di Giunti scuola e grazie all’Archivio delle Memorie Migranti di alcuni miei acquerelli di una storia non ancora finita per la strenna natalizia via web che potete vedere qui.

La seconda, con la partecipazione con una illustrazione alla pubblicazione di alcuni articoli della carta dei diritti dei migranti a cura di Migrants Matter, che verrà presentata il 18 dicembre al parlamento europeo.

La terza, con un invito per  la mia prima collettiva sul viaggio, migrazioni a Prato a cura di Skeda, dal 3 al 20 gennaio 2016.

a presto

Luca

la fine del toro…

ebbene si… il peggio è arrivato… ed è solo colpa mia… il telo che ho usato per coprire i tori si è strappato, era di nylon e si deve essere cotto al sole.. così è bastata ben poca pioggia che si son tutti sformati…

Questi gli scalpi che ho salvato, a imperitura memoria…